Indietro

Massacrò i gatti della compagna, la condanna

Confermata in appello la condanna di primo grado a 1 anno e 6 mesi per l'uomo di Lucca che uccise a bastonate i gatti della ex convivente

LUCCA — Uccise i tre gatti della ex compagna, massacrati senza pietà. Due a bastonate, il terzo con un coltello provocandogli delle ferite talmente gravi da costringere il veterinario a sopprimerla. Per questo un uomo di Lucca, 46 anni di origini campane, è stato condannato anche dalla corte di appello di Firenze che ha confermando il giudizio di primo grado 1 anno e 6 mesi di reclusione.

Soddisfazione da parte della Lav per la sentenza: "Si tratta di fatti gravissimi ha commentato Ilaria Innocenti, responsabile Lav area animali familiari -. che denotano mancanza di senso di umanità e disprezzo per la vita animale". 

"Ci auguriamo - ha aggiunto Innocenti - che la morte dei tre gatti sia di stimolo al Governo e al Parlamento per l'ormai improcrastinabile inasprimento delle pene per chi maltratta e uccide animali".

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it