Indietro

Lite mortale, Roshan colpito con sedie e piatti

La squadra mobile lucchese ha ricostruito le fasi della notte in cui si è consumato l'omicidio del cuoco 50enne nella sua casa del centro storico

LUCCA — A pochi giorni dall'omicidio, la polizia ha fatto luce su come sono andate le cose nella notte in cui è stato ucciso Roshan Silva Kalukankanamalage, il cuoco 50enne dello Sri Lanka trovato morto nella sua casa di via del Toro, in pieno centro storico. Per la sua morte sono stati fermati due uomini a cui la vittima aveva subaffittato una stanza. Si tratta degli indiziati principali. 

Secondo gli inquirenti sarebbe stata una lite fomentata anche dall'alcol a far scattare l'escalation di violenza che ha portato alla morte del 50enne. Tutto sarebbe avvenuto tra le tre e le quattro del mattino. I due uomini lo avrebbero colpito a morte con una sedia, con dei piatti e con dei soprammobili. 

Proprio nel lasso di tempo individuato dalla polizia, i due uomini sono stati ripresi dalle telecamere del vicino museo di Palazzo Mansi. Nelle immagini si vedono i due coinquilini della vittima che rientrano in casa in stato di ubriachezza per uscirne di nuovo dopo mezzora a fumare una sigaretta. Poi rientrano di nuovo per dormire e lasciare in agonia la vittima. Tutto infatti, stando anche alle testimonianze dei vicini che hanno sentito le urla, a quel punto sarebbe già successo. 

Nella vicenda entra anche la compagna della vittima che la sera di martedì si è recata al pronto soccorso per una lite avuta con l'uomo e per la quale viene attivato il codice rosa previsto per questi casi. La mattina dopo, secondo la ricostruzione degli investigatori, la donna sarebbe tornata nella casa del centro per riprendere la bicicletta e poi andare in questura a sporgere denuncia. A quel punto gli agenti sono arrivati e hanno trovato in strada uno dei due coinquilini. L'altro, invece, era ancora in casa sporco di sangue e ancora in preda all'alcol. Il corpo della vittima, invece, era riverso accanto al letto con i segni della colluttazione. 

Entrambi gli uomini sono stati fermati con l'accusa di omicidio volontario in concorso. Ora sarà l'autopsia a determinare quali siano state le ferite che hanno ucciso il 50enne.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6559785 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6559785
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it