Indietro

Doping, team del ciclismo dilettante nella bufera

La squadra mobile ha arrestato il titolare della società, l'ex direttore sportivo e un farmacista. Giovani atleti incoraggiati ad assumere sostanze

LUCCA — Nell'ambito di un'inchiesta antidoping la squadra mobile ha arrestato questa mattina alcuni esponenti di una nota società del ciclismo dilettante.

Fra i destinatari delle misure cautelari ci sono il titolare della società, un ex direttore sportivo, un farmacista che riforniva gli atleti di farmaci proibiti senza alcuna prescrizione medica.

Nel corso delle indagini sono state effettuate numerosi perquisizioni in Lucchesia e in altre province toscane. Coinvolto anche un avvocato lucchese.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, lo stesso proprietario del team avrebbe incoraggiato i ciclisti, alcuni dei quali giovanissimi, ad assumere sostanze dopanti come ormoni per la crescita, antidolorifici a base di oppiacei ed epo in microdosi.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it