Indietro

Via libera del Cipe ai nuovi assi viari lucchesi

Il passaggio attribuisce alla Regione le risorse per la realizzazione del primo lotto dell'opera progettata per liberare Lucca dal traffico pesante

LUCCA — C'era attesa per la decisione del Cipe, il Comitato Interministeriale per la programmazione economica, convocato a Roma dopo il Consiglio dei ministri. Uno dei punti in discussione era proprio l'attribuzione delle risorse per i nuovi assi viari di Lucca, un'opera sulla cui realizzazione i tempi si sono protratti in modo quasi interminabile. Le risorse per il primo lotto ammontano a 67 milioni di euro del governo a cui se ne aggiungono 17 della Regione. Il costo complessivo degli interventi ammonterà a circa 275 milioni di euro.

Una vicenda iniziata molti anni fa, quella degli assi viari, che si è più volte interrotta fino a quando il progetto non è stato ripreso nella suddivisione in due lotti. 

Il progetto prevede la realizzazione di una variante ad est della città in modo da migliorare i collegamenti nord-sud fra la viabilità di fondovalle del Serchio e la rete autostradale, i collegamenti est-ovest fra Altopascio e Capannori e Porcari e Lucca e l'accessibilità alla città di Lucca.

L'opera consiste nella realizzazione di una rete stradale a due corsie di circa 30 chilometri. Saranno realizzati nuovi assi viari e allo stesso tempo sarà adeguata la viabilità già esistente. 

"Una buona notizia che arriva a pochi giorni da ferragosto che porta un risultato davvero importante per Lucca e per la Toscana", ha detto l'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli. 

Ora il passaggio al Cipe "ci consente di avere l'attribuzione delle risorse per la realizzazione del primo lotto a cui dovranno seguire gli altri - ha aggiunto l'assessore. Uno scatto in avanti nella vicenda che "ci permette anche di andare a perfezionare la convenzione con l'Anas per trasferire due milioni di euro che la Regione darà per la progettazione definitiva e quella esecutiva come previsto dal nuovo codice degli appalti". 

Videogallery

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it