Indietro

Rene sbagliato, chieste le condanne per tre medici

La richiesta del pm riguarda una radiologa e i due urologi presenti in sala durante l'intervento in cui è stato asportato l'organo sano a un paziente

LUCCA — Si avvia verso la sentenza il processo per il caso del paziente dell'ospedale San Luca, un imprenditore, a cui nel 2016 fu asportato l'organo sano al posto di quello malato. Nel corso della fase dibattimentale è stata ripercorsa l'intera vicenda e il pm ha chiesto la condanna a 3 anni e 6 mesi per la radiologa che aveva refertato la tac trascrivendo, secondo l'accusa, in modo sbagliato il lato esatto dell'organo da rimuovere. Per i due urologi presenti in sala, primo e secondo operatore, sono stati chiesti 4 anni e 6 mesi. 

Alla Asl la vittima ha chiesto tramite il legale un risarcimento da 1 milioni e 400mila euro e 600mila euro di provvisionale.

La sentenza è prevista il prossimo 10 giugno. 

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6559785 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6559785
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it