Indietro

Tentarono di ucciderlo per una lite sulla chat

Condannato l'ultimo dei responsabili del tentato omicidio di un giovane dopo un litigio iniziato su WhatsApp e poi finito con una spedizione punitiva

ALTOPASCIO — Una spedizione punitiva che quasi costò la vita ad un ventitreenne rumeno, per una lite iniziata tra i messaggi di una chat su WhatsApp. Dopo tre anni, i fatti risalgono al febbraio del 2016, è stato condannato a quattro anni e sei mesi di reclusione anche l'ultimo degli imputati che partecipò al pestaggio avvenuto ad Altopascio.

I fatti furono ricostruiti dai carabinieri di Lucca. I militari scoprirono che tutto partì da una lite cominciata su WhatsApp tra un ragazzo rumeno e uno albanese arrivò al punto da provocare una spedizione punitiva preparata dagli albanesi nei confronti del romeno. Il giovane romeno era stato operato d'urgenza alla testa per le gravi lesioni riportate e finì in coma.

Gli aggressori, tutti albanesi, sono stati processati e condannati con rito abbreviato.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6559785 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6559785
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it