Indietro

L'economia circolare premia Lucart

Il progetto Natural di Lucart premiato a Bruxelles per aver introdotto una tecnologia in grado di separare la cellulosa dall'alluminio nei cartoni

PORCARI — Un nuovo modello di economia circolare. Questo ha prodotto il progetto Natural di Lucart premiato a Bruxelles. Si tratta di un progetto che Lucart porta avanti dal 2010 in collaborazione con Tetra Pak e che ha introdotto un vero e proprio modello di economia circolare della carta, tramite una tecnologia innovativa che separa le fibre di cellulosa presenti nei cartoni per bevande dalle parti il polietilene e alluminio, senza l’utilizzo di sostanze nocive per l’uomo o per l’ambiente. Si ottengono in questo modo due nuove materie prima di alta qualità. 

Dalle fibre di cellulosa, si ottiene il Fiberpack, la carta utilizzata per i prodotti per l’igiene delle linee Natural di Lucart. Dal polietilene e dall’alluminio, invece, l’azienda ha ottenuto un materiale chiamato AL.PE., la materia prima utilizzata per produrre sistemi innovativi di erogazione di prodotti tissue pallets, pali di Venezia e piattaforme galleggianti per l'accesso alle sedie a rotelle e altri articoli comunemente usati, tutti riciclati e riciclabili una volta giunti a fine vita. Ammonta a dieci milioni di euro l'investimento in Risorse&Sviluppo che l'azienda ha investito in due degli impianti del Gruppo – a Diecimo, in provincia di Lucca, e a Laval sur Vologne in Francia.

Il progetto è stato giudicato da una commissione composta da Lisa Kretschmann, Managing Director dell’European Federation of Envelope Manufacturers, Simona Bonafé, Membro Italiano del Parlamento Europeo, Inés Ayala Sende, Membro Spagnolo del Parlamento Europeo, Ferrar Rosa, Policy Oficier di Zero Waste Europe, e Rudi Bressa, giornalista ambientale.

“Ricevere questo premio al Parlamento europeo è per noi motivo di grande soddisfazione” – ha commentato Tommaso De Luca, Responsabile Comunicazione di Lucart – “Il progetto Fiberpack® è quello che rappresenta al meglio la doppia anima della nostra azienda: sostenibile e innovativa. Ci siamo impegnati tanto in questi anni, e continueremo a farlo visti gli obiettivi europei sempre più stringenti in materia di ambiente, per proporre soluzioni e progetti nel pieno rispetto dell’ambiente e del benessere delle persone". 

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it