Indietro

Un sentiero che corre attorno al Monte Piglione

Il Monte Piglione

Finanziamento di 150mila euro da parte della Regione per il progetto di riqualificazione del percorso fra l'Antica Ferriera Galgani e il monte

PESCAGLIA — Un sentiero che corre attorno al Monte Piglione, con un anello che ha come punto di partenza e di arrivo l’Antica Ferriera Galgani e attraversa un’antica mulattiera comunale, potrebbe presto essere riqualificato e reso fruibile. La Regione Toscana ha infatti ammesso al finanziamento i due lotti del progetto presentato dal Comune di Pescaglia nell’ambito di uno specifico bando del Programma di Sviluppo rurale 2014-2020. L’importo dei lavori, coperto al 100% dalla Regione, è di 150mila euro.

“L’intervento si colloca in un più ampio progetto di valorizzazione del territorio, che è uno dei cardini dell’amministrazione comunale – spiega l’assessore al turismo, Beatrice Gambini -. Riteniamo rilevante il recupero della sentieristica, perché questa rappresenta un elemento per avvicinare sempre più appassionati e turisti alle nostre valli. Fra l’altro le opere ammesse a finanziamento da parte della Regione interessano un’area dove si trovano due elementi di particolare pregio di Pescaglia, l’Antica Ferriera Galgani e il Monte Piglione. Intervenire sui sentieri, inoltre, ha anche una valenza per la tutela e la salvaguardia dei boschi, contribuendone ad accrescere il pregio ambientale dell’ecosistema forestale”.

Il primo lotto delle opere riguarda l’adeguamento turistico ed escursionistico del tracciato già esistente tra le località “Piè Lucese” e “Cardetoli”. Il sentiero segue un’antica mulattiera comunale, ora in parte dismessa, partendo da quota 350 metri sul livello del mare e sale fino a raggiungere quota 430 metri; la lunghezza del tratto su cui saranno concentrati gli interventi è di circa 1300 metri. Il secondo lotto interessa il tracciato tra le località “Cardetoli” e “Piè Lucese” e, anche in questo caso, riguarda una parte di un’antica mulattiera. Partendo da quota 430 metri sul livello del mare, sale fino a raggiungere quota 530 metri, per poi ridiscendere verso Piè Lucese nel fondovalle in corrispondenza del torrente Pedogna a quota 340 metri. La lunghezza del sentiero su cui saranno concentrati gli interventi è di circa 2400 metri.

Le opere previste riguardano l’ingegneristica naturalistica, tra cui: installazione di staccionate, palificate, palizzate, realizzazione di gradini, rifacimento di tratti di muratura in pietra e interventi per la regimazione delle acque.
Al termine dei lavori si provvederà all’iscrizione al catasto regionale dei sentieri.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it