Indietro

Usa un altro nome per sfuggire all'arresto

Fermato in autostrada, il 32enne ha esibito un passaporto con un nome "pulito". In realtà era destinatario di un mandato di cattura

LUCCA — La polizia stradale ha arrestato un 32enne albanese destinatario di un mandato di cattura. L’uomo, alla guida di un’Alfa Romeo, stava viaggiando sulla A/12 quando, alla vista di una pattuglia della sottosezione di Viareggio, ha iniziato ad avere un’andatura nervosa e a scatti.

I poliziotti si sono insospettiti e, con l’ausilio di un altro equipaggio, hanno intimato l’alt nei pressi di Pisa. Lui ha esibito un passaporto con un nome "pulito" ma dal controllo delle impronte digitali gli investigatori hanno avuto conferma che qualcosa non tornava. Infatti, lo scorso giugno la Procura di Savona aveva spiccato nei confronti dell'uomo un mandato di cattura con il suo vero nome perché lui, già allontanato dall’Italia, due anni fa era rientrato nel nostro Paese e, pizzicato in Liguria per un furto in abitazione, condannato a quasi un anno di carcere.

Messo alle strette, l'uomo ha vuotato il sacco. La Polstrada lo ha portato in carcere a Pisa, dove finirà di scontare la sua pena.

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483

Powered by Aperion.it