Indietro

Tre milioni per il restauro di palazzo Ducale

Quello relativo al complesso lucchese è tra i progetti ammessi a finanziamento dal Ministero per i beni e le attività culturali

LUCCA — Buone notizie per il recupero e la messa in sicurezza di Palazzo Ducale. "Il Ministero per i beni e le attività culturali - comunica la Provincia- ha pubblicato l’elenco dei progetti che sono stati ammessi a finanziamento per la tutela del patrimonio culturale italiano. Nel programma biennale del Ministero si approvano i fondi a favore del grande complesso architettonico sede della Provincia e della Prefettura di Lucca: 3 milioni di euro suddivisi tra 2019 (500mila euro) e 2020 (2,5milioni di euro), finanziati grazie alle risorse derivanti dalla Legge n. 190 del 23 dicembre (Legge di stabilità 2015) e che riguarda ben 595 interventi su scala nazionale".

Soddisfatto il presidente della Provincia Luca Menesini, la cui intenzione è quella di “valorizzare ulteriormente il Palazzo per farlo tornare il cuore dell’attività culturale e artistica della città e del suo territorio: un patrimonio storico vero contenitore per il talento, le iniziative e le tradizioni di tutti i cittadini della provincia di Lucca”.

Il presidente Menesini ringrazia il ministro Alberto Bonisoli per “L’attenzione dedicata a molti edifici storici italiani tra cui il Palazzo del Governo di Lucca che ha una storia prestigiosa lunga 9 secoli ed è sempre stato al centro dell’attività politica e pubblica di Lucca”.
Un ringraziamento che Menesini estende, poi, al Segretariato generale del Mibac, alla Direzione regionale del ministero, e alla Soprintendenza archeologica, belle arti e paesaggio per le province di Lucca e Massa Carrara.

“I fondi resi disponibili per Palazzo Ducale – commenta Menesini – sono importanti perché da una parte finalmente riusciamo a mettere in sicurezza l’ala del tetto che presenta problemi di infiltrazioni e ammaloramento di alcune parti e, dall’altra, ci permette di dare avvio a quella serie di interventi previsti dal Masterplan per la valorizzazione e la rifunzionalizzazione del Palazzo approvato lo scorso aprile con un decreto. Non dimentichiamo che l’ultimo importante intervento di recupero del complesso, risale al 1998 – 2006 quando, coi fondi del Giubileo, furono restaurati oltre 18mila mq del Palazzo: un intervento che ha condotto alla progressiva riapertura di itinerari esterni e interni e all’abbattimento delle barriere architettoniche, nonché a ridare la giusta dimensione culturale e pubblica dell’edificio”.

"I tre milioni di euro assegnati alla Provincia di Lucca - sottolinea l'ente- serviranno in particolare per il rifacimento del tetto di Palazzo Ducale nella zona cosiddetta juvarriana, ossia l’ala occupata prevalentemente dagli uffici della Prefettura di Lucca che affacciano su Piazza Napoleone. La copertura del Palazzo, infatti, in quest’ala presenta infiltrazioni e segni di degrado degli elementi di sostegno e quindi c’è la necessità di sostituire alcune travi e rifare gli interventi di coibentazione del manto di copertura nonché di restaurare i lucernari esistenti.

Il progetto più complessivo per il recupero, la riqualificazione, ma anche la riorganizzazone di alcuni spazi del Palazzo, prevede interventi per ulteriori 7 milioni di euro per i quali la Provincia si è già attivata per trovare ulteriori canali di finanziamento.

Tra questi lavori sono compresi il restauro delle facciate che danno su piazza Napoleone, via Veneto e sui cortili interni; la sostituzione di gran parte di porte, persiane ed infissi; l’adeguamento dei supporti tecnologici e degli impianti; la rifunzionalizzazione degli spazi al piano terra mirata alla fruizione da parte del pubblico tra cui la realizzazione di sale polifunzionali, bookshop, caffetteria, biglietteria, ampliamento del museo della memoria e il restauro degli archivi; infine la realizzazione di un percorso monumentale aperto al pubblico".

Richiedi sito desktop

Editore Toscana Media Channel srl - Via Masaccio, 161 - 50132 FIRENZE - tel 055.285829 - info@toscanamediachannel.it. QUI quotidiano on line registrato presso il Tribunale di Firenze al n. 5935 del 27.09.2013. Direttore responsabile Marco Migli. Vicedirettore Elisabetta Matini. Iscrizione ROC 22105 - C.F. e P.Iva 06207870483
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it